IIS CATERINADA SIENA
Communication Design & Fashion Technology

L’evoluzione recente delle figure professionali nel campo della grafica pubblicitaria

Il settore della pubblicità e della comunicazione si è evoluto nel tempo di pari passo con l’evoluzione dei mass media e delle nuove tecnologie determinata dall’avvento di internet e dal suo sempre maggiore utilizzo come canale di comunicazione e di diffusione di informazioni anche attraverso i social network; il tutto supportato da una rapida evoluzione tecnologica che in pochi anni ha visto la comparsa di strumenti quali i tablet e smartphone/iPhone.

Tali evoluzioni, oltre a cambiare il modo di comunicare e di fare comunicazione, hanno determinato la comparsa di nuove figure professionali (che operano all’interno del Reparto Digital delle agenzie pubblicitarie) o specializzazioni di figure già esistenti.

 

PROFESSIONI DELLA COMUNICAZIONE PUBBLICITARIA

  1. ART DIRECTOR

L’Art Director è una delle figure cardine nelle agenzie pubblicitarie e di comunicazione, inventa e sviluppa l’idea creativa che sta alla base di qualsiasi campagna pubblicitaria o di comunicazione, marketing.

E’ quindi la figura professionale che si occupa dell’ideazione e dello sviluppo della parte grafica e visiva di qualsiasi progetto commissionato all’agenzia: ideazione di un marchio, di un logo, di un catalogo, di una brochure, di un gadget, del packaging di un prodotto e, più in generale, dell’immagine coordinata, ma anche di un sito web, di una app o di un profilo social e molto altro ancora.

In particolare, l’Art Director sceglie le immagini e le fotografie, sviluppa lo storyboard per gli spot televisivi, sceglie l’aspetto visuale dei testi definendone i colori, le forme e i caratteri tipografici, quindi, ne studia l’impaginazione e l’impostazione grafica.

 

Di base, l’Art Director deve possedere ottime conoscenze delle teorie e delle tecniche pubblicitarie e, più in generale, della comunicazione sui media classici (televisione, radio, cinema, affissioni, stampa) e sui nuovi media (web e social).

In particolare, deve possedere conoscenze di design e delle sue diverse applicazioni (graphic design, visual design, web design e adv design), di comunicazione visiva, delle tecniche grafiche e illustrative, di computer grafica, di stampa e prestampa, delle discipline audiovisive e multimediali, delle tecniche di storyboard, di grafica digitale, di editoria multimediale e delle tecniche fotografiche. Deve, inoltre, conoscere la normativa sulla disciplina pubblicitaria.

Per tale figura sono richieste competenze informatiche su specifici software di grafica, di fotoritocco e per l’impaginazione e la produzione di esecutivi per la stampa (in particolare il pacchetto Adobe Creative Cloud), oltreché la conoscenza della lingua inglese, soprattutto se l’agenzia lavora con clienti esteri o a progetti di respiro internazionale e, comunque, dovendo utilizzare software e fonti quasi sempre in lingua inglese.

 

Questa figura è solitamente ricoperta da un diplomato presso una scuola d’arte o un istituto professionale ad indirizzo grafico ma anche da un diplomato presso l’Accademia delle belle arti o da un laureato in Comunicazione, in Design.

 

Sbocchi professionali

 Reparto creativo delle Agenzie Pubblicitarie e/o di Comunicazione Integrata

 Reparto pubblicità interno alle singole aziende

 Free lance: come libero professionista collabora da esterno con Agenzie Pubblicitarie o Aziende, su progetti specifici

 

 

  1. GRAPHIC DESIGNER

Il Graphic Designer (Grafico Esecutivista o semplicemente il Grafico) si inserisce nel Reparto Crea-tivo di agenzie di qualsiasi dimensione all’interno del quale opera, principalmente come dipendente ma anche come libero professionista, sotto le direttive e la supervisione del Direttore Creativo e dell’Art Director.

Il Graphic Designer si occupa della realizzazione esecutiva dell’idea creativa che sta alla base di qualsiasi campagna pubblicitaria o di comunicazione, marketing.

E’, quindi, la figura professionale che realizza concretamente la parte grafica, visiva e testuale, ideata e sviluppata dall’Art Director.

In particolare, il Graphic Designer si occupa di allestire, impaginare e formattare tutte le immagini, i video e i testi in maniera tale da predisporre tutto il materiale che successivamente varrà inviato ai fornitori per la produzione (tipografi, fotografi, illustratori, ecc.).

Per tale figura sono richieste competenze informatiche da utilizzatore esperto, dovendo utilizzare specifici software di grafica, di fotoritocco e per l’impaginazione e la produzione di esecutivi per la stampa (in particolare il pacchetto Adobe Creative Cloud).

 

Questa figura è solitamente ricoperta da un diplomato presso una scuola d’arte o un istituto professionale ad indirizzo grafico e/o multimediale ma anche da un diplomato presso l’Accademia delle belle arti o da un laureato in Discipline delle arti figurative.

 

Sbocchi professionali

Questa figura professionale ha incrementato sensibilmente l'ampiezza del suo mandato con il passare degli anni e trova collocazione in due aree fondamentali:

 

 

 Studi professionali di graphic design: grafica editoriale, packaging, visual identity, comunicazione multimediale, exhibit design.

 Uffici grafici interni alle aziende: impostazione degli stampati e della comunicazione interna ed esterna.

 Case editrici: nel ruolo di responsabile della progettazione o di responsabile dell'immagine grafica di una linea editoriale (come ad esempio per collane di libri o opere multimediali).

 Agenzie di pubblicità: grafico esecutivista.

 Nella collaborazione con agenzie, studi o committenti individuali su progetti specifici, con il ruolo di free lance.

 

  1. VISUALIZER (Illustratore e/o illustratore digitale)

     

    La grafica e l’illustrazione sono (o dovrebbero essere) due attività professionali ben distinte: al graphic designer vanno le competenze per la gestione dello spazio e per la progettazione visiva e all’illustratore quelle di evocatore di emozioni attraverso le immagini. Nel lavoro quotidiano non è sempre così e spesso l’illustratore deve affrontare progetti articolati e utilizzare gli elementi di progettazione grafica per creare illustrazioni in grado di influenzare e stimolare l’attenzione dell’utente.

 

L’illustratore digitale e/o interattivo in particolare crea e realizza artwork destinati all’uso su computer, smartphone e tablet. 

 

Per tale figura sono richieste competenze informatiche da utilizzatore esperto, dovendo utilizzare specifici software di grafica e strumentazioni come la tavoletta grafica.

 

Sbocchi professionali

 Studi professionali di graphic design: grafica editoriale, packaging. 

 Case editrici: illustrazioni per collane di libri o opere multimediali.

 Agenzie di pubblicità: grafico esecutivista.

 Nella collaborazione con agenzie, studi o committenti individuali su progetti specifici, con il ruolo di free lance.

 

4.      STORYBOARD ARTIST

La professione dello storyboard artist è una particolare declinazione dell’illustratore i cui compiti riguardano il disegno di storie per pubblicità, film, giochi, fumetti e simili. Le competenze richieste comprendono l’uso strategico delle inquadrature, l’interpretazione delle direttive di regia (stile e tempo narrativo), la trasmissione di concetti e atmosfere in chiave visiva

La maggior parte degli artisti di storyboard al giorno d'oggi iniziano e finiscono il loro lavoro sui computer utilizzando software (Adobe Flash , Adobe Photoshop , Storyboard Pro) e matite digitali ; la fotocamera digitale è una delle ultime tecniche per la creazione di storyboard.

 

Sbocchi professionali

 Agenzie di pubblicità: per la produzione di spot/banner pubblicitari

Case di produzione cinematografica: per le prime indicazioni di massima dei movimenti di camera

 

 

 

  1. DIGITAL & INTERACTIVE MEDIA DESIGNER

Rientrano in questa definizione le seguenti diverse specializzazioni professionali: 

 
Multimedia Designer

È il professionista che crea e realizza i concept creativi per i media interattivi: siti web, presentazioni, giochi online e video. Deve conoscere l'architettura della Rete, il web design, le comunicazioni multimediali e il design delle interfacce, oltre a saper utilizzare software come Flash, Final Cut Pro, Dreamweaver e Adobe Creative Suite.

Deve tenersi aggiornato sugli sviluppi tecnologici, conoscere i requisiti dei dispositivi multipiattaforma e mobile ed essere perfettamente consapevole di come la tipografia, il layout, il colore, le immagini e l'interattività impattano sulla user experience.

 

 

Mobile Apps Designer

È il professionista che progetta il contenuto e la funzionalità delle applicazioni mobile per iPhone, Android, mobile web, ecc. creando interfacce utente fruibili e intutitive. Questo professionista, considerando la continua evoluzione dell'universo del mobile, dovrà di conseguenza aggiornare le sue competenze per realizzare prodotti capaci di offrire agli utenti un'esperienza multimediale sempre più coinvolgente e integrata.

 

 

Social Media Designer

È il professionista che progetta pagine e piani di comunicazione attraverso i social media e sviluppa applicazioni come custom tabs/sections, splash pages, applicazioni interattive, giochi, etc. Deve saper creare contenuti che siano conformi all’utenza dei diversi social.

 

 

Web Designer

Il Web Designer si occupa di realizzare la grafica dei siti web, curandone l’interfaccia visiva e stu-diandone gli aspetti comunicativi.

E’, quindi, la figura professionale che progetta la comunicazione visiva di un sito e crea le singole pagine web; in generale è il responsabile dell'aspetto grafico di un sito, della sua riuscita comunicativa e del coinvolgimento emotivo degli utenti che lo visitano (user experience).

In particolare, deve possedere buone conoscenze pratiche di graphic design e di web design, di computer grafica, delle discipline audiovisive e multimediali, di grafica digitale, di editoria multimediale e delle tecniche fotografiche, il tutto applicato al mondo web e digital.

Nelle agenzie più strutturate è possibile trovare la figura del Web Designer distinta tra Junior e Senior le cui differenze sono legate principalmente all’esperienza maturata nella posizione; di conseguenza, il Web Designer Junior si occupa della realizzazione dei progetti più semplici, mentre il Web Designer Senior si occupa della realizzazione dei progetti più complessi.

 

Questa figura è solitamente ricoperta da un diplomato presso una scuola d’arte o un istituto professionale ad indirizzo grafico ma anche da un laureato in Discipline delle arti figurative, in Design e produzione multimediale.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.